Gnocchi di tofu ripieni di zucca

Morbidi e appaganti gnocchi, la salsa di zucca li avvolge e li abbraccia in un magico incontro per offrire un piatto dal colore splendido, solare, caldo.

Gi gnocchi di tofu sono sempre un successo, li ho proposti in altre varianti semplici, come in questa ricetta  Gnocchi di tofu e zucchine.
Incuriosita ho voluto provare a sfruttare la straordinaria consistenza e versatilità del tofu per realizzare i mitici gnocchi ripieni.

Il risultato è andato oltre ogni aspettativa, la preparazione non è difficile, l’unica dote necessaria è la pazienza, ma la soddisfazione nel gustarli ripaga di tutte le “fatiche”.

Ingredienti per 4 persone:
Ingredienti per gli gnocchi:
500 gr di tofu al naturale
200 gr di farina di riso
4 cucchiaini di farina di semi di carrube
un cm quadrato circa di zenzero fresco
sale marino integrale di Cervia alla Salicornia
olio extravergine d’oliva
il succo di un limone

Ingredienti per il ripieno:
650 gr di zucca tritata
sale integrale di Cervia alla Salicornia
noce moscata
acqua q.b.

Ingredienti per la salsa:
zucca avanzata da ripieno
5 o 6 foglie di salvia
noce moscata
olio extravergine d’oliva

Procedimento:
La sera precedente far marinare in frigorifero il tofu tagliato a fette in un contenitore con coperchio, in una soluzione di acqua e succo di limone.
In questa soluzione il tofu risulterà neutro, perderà il classico e non a tutti gradito sapore di “fagiolo”.
Il giorno seguente, estrarre il tofu dalla marinata e sciacquarlo velocemente sotto l’acqua fredda, tagliarlo a pezzetti ed inserirlo nel robot.
Aggiungere lo zenzero tagliato a fettine, il sale marino e tritare finemente, assaggiare ed eventualmente aggiustare di sapore.
Unire la farina di riso e amalgamare.
Il tofu inizierà ad amalgamarsi, se dovesse risultare troppo asciutto unire poca acqua.
In ultimo aggiungere la farina di semi di carrube e un cucchiaio di olio extravergine d’oliva, tritare nuovamente sino a quando il composto si compatterà  formando una palla di impasto morbido e plasmabile.
Ritirare il composto in un piatto, coprire con pellicola per alimenti e far riposare in frigorifero per almeno trenta minuti.
Nel frattempo lavare e sbucciare la zucca, tritarla finemente nel robot e farla cuocere in una padella antiaderente con pochissima acqua, il sale integrale e un pizzico di noce moscata. Coprire e far cuocere: la zucca deve cuocersi, ma deve rimanere asciutta.
Assaggiare ed eventualmente correggere il sapore o personalizzarlo a seconda del proprio gusto.
Riprendere il tofu, su una spianatoia infarinata stendere il composto sino ad uno spessore di 4-5 mm.
Con un coppapasta del diametro di 5 cm ritagliare dei dischetti.
Posizionare al centro di ogni dischetto poco ripieno, chiudere l’impasto sul ripieno formando delle palline.
Impastare i ritagli e continuare sino ad esaurire l’impasto.
Frullare la zucca avanzata del ripieno, aggiungere le foglie di salvia, un pizzico di noce moscata e l’acqua necessaria per ottenere una salsa morbida e corposa.
Aggiustare il sapore secondo i propri gusti personali.
Versare la salsa in un pentolino e scaldarla prima di versarla sugli gnocchi.
In una capace pentola portare acqua in ebollizione e cuocere gli gnocchi.
Dopo qualche minuto gli gnocchi saliranno a galla, continuare la cottura per ancora 3-4 minuti, risulteranno più morbidi.
Servire adagiando gli gnocchi direttamente nei piatti e completando con abbondante salsa di zucca e un goccio di olio extravergine.
Si sciolgono in bocca regalando il magico incontro con il ripieno e la salsa.
Assolutamente da provare una vera e propria coccola.

Con questa dose si confezionano 4 porzioni, anche se siete in due a gustarli non dimezzate le dosi, il giorno seguente basterà scaldarli in una padella antiaderente con la salsa di zucca avanzata e poca acqua.
Saranno buonissimi, anzi…. forse di più!!!

Anche se esteticamente le palline non sono perfette, in fase di cottura si salderanno perfettamente trattenendo il ripieno.
Un piccolo consiglio: dopo aver realizzato due o tre gnocchi fate la prova cottura.
Cuoceteli in un pentolino per valutare la tenuta e il sapore.
Un piccolo trucco da applicare a tutti i gnocchi, eviterete brutte sorprese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...